“Comportamento inaccettabile del ministro Zaia con la nuova nomina dell’Enci”

“Esprimo piena solidarietà a Marco Ciarafoni, sostituito improvvisamente dal Ministro Zaia nel consiglio direttivo dell’Ente nazionale cinofilia italiana prima della scadenza del suo mandato e per pure logiche politiche, con un avvicendamento preoccupante”. E’ questo il primo commento della parlamentare del Partito democratico, Susanna Cenni alla notizia della sostituzione di Marco Ciarafoni con Giancarlo Bosio all’interno del consiglio direttivo dell’Enci, Ente nazionale cinofilia italiana, che cura la valorizzazione e la promozione delle razze canine italiane.

“Il comportamento del Ministero delle politiche agricole e forestali è inaccettabile – aggiunge Cenni – anche perché la sostituzione è avvenuta quando le Camere sono chiuse, privando, così, l’opposizione, per il momento, di ogni azione parlamentare e di ogni possibile richiesta di chiarimento. La nuova nomina è stata giustificata con la necessità di riequilibrare la rappresentanza delle esigenze del Ministero, ma in realtà si è voluto riequilibrare l’appartenenza politica della persona che rappresenta lo stesso Ministero all’interno dell’ente. A tutto questo si aggiunge la denuncia, da parte delle associazioni ambientaliste, del rischio di deriva verso posizioni venatorie estremiste e di perdita, con la nuova nomina, della giusta sintonia fra l’aspetto zootecnico e la difesa del benessere animale, compiendo un pericoloso passo indietro che può penalizzare gravemente l’attività svolta finora dall’ente nazionale cinofilia italiana”.

Be Sociable, Share!

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *