Caporalato, Cenni (Pd): “Applicare legge fino in fondo”

 

“Le rappresentanze dei lavoratori ci hanno chiesto di applicare pienamente la legge sul caporalato, di far funzionare la rete del lavoro agricolo di qualità e rimuovere le distorsioni che con le vendite sottocosto di fatto legittimano una competizione nel mercato dei prodotti alimentari che si ripercuote su diritti e dignità del lavoro”. Lo dichiara Susanna Cenni, vice-presidente della Commissione Agricoltura della Camera, a proposito delle audizioni svolte oggi alla Camera nel contesto dell’indagine conoscitiva sulla legge per il contrasto al caporalato.

“Non è più accettabile – continua – che una buona legge resti inapplicata nelle parti fondamentali come la sicurezza nei trasporti, la dignità negli alloggi, la piena attivazione degli strumenti che permettono un incontro trasparente tra domanda e offerta di lavoro. Il Ministro Di Maio aveva annunciato investimenti e risorse per incrementare i controlli, nonché un tavolo per accrescere l’attività di contrasto. Al momento, però, niente di tutto ciò è avvenuto. Si attendono quindi i fatti. Anche perché presto ricomincerà presto la stagione delle raccolte. Mi auguro che non servano ancora tragedie per rimettere al centro del l’agenda politica il diritto a un lavoro e a una retribuzione dignitosi”. “Abbiamo buone esperienze da estendere nel Paese, come il protocollo firmato dalla Regione Lazio con il Presidente Zingaretti, e ancora la Basilicata e la provincia di Taranto sui trasporti sicuri. Ci sono imprese che hanno fatto delle filiere trasparenti un elemento di valore aggiunto sul mercato. Anche su questo possiamo lavorare”, conclude sempre Cenni.

Be Sociable, Share!

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *