Cenni: “Istituzioni, sindacati, associazioni di categoria, insieme per trovare soluzioni alla crisi”

“Continuerò a seguire con attenzione, insieme a Franco Ceccuzzi, l’evolversi della situazione dell’azienda Triganò, e complessivamente del distretto camperistico e garantisco il mio impegno a lavorare, fin dai prossimi giorni, con le istituzioni locali, i rappresentanti sindacali, le associazioni di categoria, i lavoratori per trovare delle soluzioni concrete alla crisi”. E’ questo il commento di Susanna Cenni, deputata del Partito democratico sulla difficile situazione in cui versa l’azienda valdelsana produttrice di camper.

“Nell’esprimere – prosegue Susanna Cenni – la mia solidarietà e la mia vicinanza ai lavoratori della Triganò e alla loro famiglie voglio dire loro che il mio impegno e quello di Franco Ceccuzzi sarà rivolto, fin da subito, per cercare di superare il momento critico dell’azienda, dando la nostra piena disponibilità a partecipare ad eventuali tavoli che le istituzioni vorranno convocare.  A livello locale dovremo proseguire sul sostegno all’idea di filiera lanciata dagli operatori economici coinvolti, mentre a livello nazionale ci concentreremo sul governo per sensibilizzare l’esecutivo sulla questione dell’aumento dei costi del gasolio, che hanno una ripercussione diretta sul settore del camper e sulla proposta di legge presentata da Franco Ceccuzzi, che prevede la possibilità di allargare, anche ai possessori di patente B, la guida degli autocaravan, innalzando il limite di peso del mezzo da 3,5 a 4,25 tonnellate. Nella proposta di legge, inoltre, sono previste l’aumento di infrastrutture e aree di sosta per gli autocaravan e l’introduzione di agevolazioni fiscali per i diversamente abili e le famiglie che scelgono di viaggiare con questo mezzo”.

“Credo- continua Cenni – inoltre che assieme alle istituzioni locali e regionali, ai sindacati e alle associazioni di impresa dovremo cercare gli strumenti per sostenere anche quell’imprenditoria locale che vorrà investire ed impegnarsi nel settore, rendendolo più fortemente ancorato al territorio. Desidero poi ricordare a coloro che in questi giorni ne hanno parlato, che il distretto del camper valdelsano ha negli anni vissuto vari passaggi difficili, ed è divenuto un centro di eccellenza innnazitutto per la volontà imprenditoriale e per la professionalità dei tanti lavoratori e delle lavoratrici del settore. Proprio per questa consapevolezza tutte le istituzioni locali, dai Comuni alla Provincia, assieme alla Regione Toscana che ha stanziato importanti risorse pubbliche, sono sempre state presenti”.

Be Sociable, Share!

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *