Cenni (Pd): “Il messaggio del Papa su cibo e accesso alle risorse ci aiuta a ridare valore e centralità al cibo, alla sovranità alimentare e alla battaglia contro lo spreco di cibo”

“Il grande applauso che ha accompagnato il discorso del Papa sul cibo e sulla necessità di abbattere sprechi e iniquità per quanto riguarda l’accesso alle risorse alimentari è il messaggio più bello e forte che arriva dalla seconda Conferenza mondiale sulla nutrizione. Spero che anche questo possa contribuire a  ricordare quanto sia strategico per il futuro dell’umanità il tema al centro dell’Expo di Milano, che rappresenta una grande occasione per ripensare le politiche globali sul cibo e per dar vita ad una nuova cultura dell’uso della terra e delle risorse fondamentali, nonché di lotta allo spreco e alle diseguaglianze”. Così Susanna Cenni, deputata del Partito democratico ed esponente Ecodem interviene in merito al tema “Better nutrition, better lives”, titolo della seconda conferenza internazionale sulla nutrizione, apertasi questa mattina presso la sede Fao a Roma.

“Ancora oggi – continua Cenni – c’è una parte del pianeta che vive nell’eccesso di cibo, mentre un’altra è costretta a vivere lottando ogni giorno contro la fame, contro le speculazioni su cibo, per l’accesso alla terra, e contro il monopolio sulle sementi. Il richiamo alla dignità e non all’elemosina fatto dal Papa è un pungolo alla necessità di mettere seriamente al centro il tema dell’agricoltura, del cibo, della sua produzione con criteri di sostenibilità ed equità. Non si tratta di enunciazioni teoriche. Nel nostro Paese si gettano via circa 76 chili di cibo per persona, ed è un bene che importanti iniziative siano avviate con azioni per limitare questa situazione: dalla riduzione degli sprechi lungo l’intera filiera, all’etichettatura con doppia scadenza; dalle politiche commerciali che promuovano offerte per alcuni prodotti deteriorabili o la cui confezione è solo danneggiata, all’incentivazione della fruizione di prodotti freschi, fino alla programmazione delle forniture legata ai consumi effettivi.Cambiare questo modello di sviluppo, ridurre gli sprechi e dare valore al cibo è’ possibile. Ed anche le parole di Papa Francesco ci incoraggiano a continuare un lavoro in parlamento e nel paese, con gli agricoltori e con i cittadini tutti”.

Be Sociable, Share!

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *