Cenni (Pd): “Costruire insieme un impegno per il nostro territorio”

Si è aperto con un grazie e si è chiuso con un duro attacco a quelli che sono stati definiti i veri avversari del Pd e del centrosinistra: “la destra e i populismi” l’intervento con cui oggi Susanna Cenni, ha aperto la sua campagna elettorale a Poggibonsi, durante l’incontro a cui ha partecipato Andrea Orlando, ospite della cittadina valdelsana. Nel corso del suo intervento la parlamentare uscente ha passato in rassegna le linee guida per la prossima avventura che la vedrà correre alla Camera in Toscana nel Collegio Uninominale 11 – Poggibonsi. “Voglio ringraziare – ha detto Cenni – tutte le persone che hanno lavorato con ostinazione affinché continuassi a rappresentare questo territorio Il mio territorio, dove sono cresciuta, anche politicamente. È un grande onore e un grande privilegio”.

CenniOrlando4

Cenni ha poi ricordato i tanti provvedimenti e i tanti risultati ottenuti dai governi Pd, dai diritti civili al sostegno alle classi più deboli, dalle misure a sostegno della crescita e del lavoro, a quelle, più vicine ai temi seguiti dall’onorevole senese, dedicate all’agricoltura e alla lotta alla contraffazione. Poi l’attacco alle destre e ai populismi, che “continueranno – ha sottolineato Cenni – a sfruttare l’angoscia di chi sta peggio, agitando il primato della sicurezza e sostituendolo al grande tema dell’eguaglianza”. “Chiedo a tutti – ha concluso Cenni – un aiuto per avviare assieme questo cammino. Nei prossimi giorni chiederò, assieme agli amministratori locali, ai segretari del Pd, ai consiglierei regionali che vorranno dare una mano, un incontro alle associazioni, alle imprese del territorio e ai sindacati. Dobbiamo comporre il quadro delle esigenze e delle priorità del nostro territorio, farne un patto, un impegno che tracci la strada lungo la quale far crescere la nostra comunità. Di questo voglio farmi carico insieme a tutti voi, impegnandomi per le nostre comunità. Da qui si parte, con fiducia, con entusiasmo e insieme”.

Be Sociable, Share!

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *