#CharlieHebdo: siamo tutti francesi

L’attacco al settimanale francese e le interminabili ore di terrore a Parigi ci hanno gettato tutti quanti dentro ad una terribile vicenda,  di quelle che immediatamente segnano uno spartiacque nella storia di un Paese e del mondo. Dopo il quale si ricorderà un prima ed un dopo. Inevitabilmente. In un attimo ci siamo trovati di fronte a una violenza e una ferocia inaudita, esercitata contro la libertà di stampa, di pensiero, di ironia e di satira politica in nome di un progetto folle e fondamentalista. Urge innalzare le nostre le uniche barriere possibili, quelle della forza democratica e culturale, perché eravamo tutti a Parigi in quella piazza e in tutte le piazze per dire che la democrazia non si piega con la violenza ‪#‎siamotuttifrancesi e siamo tutti #charlie.

Come gruppo deputati del Pd abbiamo ribadito la necessità di essere uniti nella lotta al terrorismo, garantire la sicurezza dei cittadini e fare tutto il possibile per far crescere l’Islam della pace che non ha niente a che fare con la violenza. Dobbiamo stare in guardia dalla facile demagogia secondo la quale i fenomeni dell’immigrazione e del terrorismo sarebbero collegati. Dobbiamo piuttosto essere vigili perché nelle nostre periferie sta crescendo sempre più il radicalismo.

Qui lo speciale

Be Sociable, Share!

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *