#DaziUSA: salvi i nostri vini. Bene il lavoro di tutti

Buone notizie per i prodotti enogastronomici del nostro Paese. Nella revisione delle liste delle merci colpite da dazi USA non compaiono olio e vini prodotti in Italia. Un risultato frutto del lavoro di mediazione portato avanti dal Governo attraverso tanti protagonisti, nonchè dall’ambasciata italiana negli Stati Uniti. Nelle scorse settimane il timore del mondo del vino era stato forte e mi era stato trasmesso da molti produttori locali. Sono state svolte interrogazioni, l’ultima pochi giorni fa. Evidentemente la mobilitazione è stata utile. La buona notizia è arrivata alla vigilia delle Anteprime del Vino, regalando e un po’ di serenità a quel mondo produttivo che molto lavora con gli Stati Uniti. Un lavoro davvero di squadra quindi. Mercoledì scorso il tema era stato affrontato anche con una mia interrogazione alla Ministra Teresa Bellanova in cui chiedevo aggiornamenti anche alla luce dell’incontro bilaterale con il segretario all’Agricoltura americano Sonny Perdue.

Clicca qui per leggere il mio commento alla decisione di Washington di non alzare i dazi su nuovi prodotti italiani.

Clicca qui per leggere il testo dell’interrogazione e la risposta.

Be Sociable, Share!

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *