#InAula: Camera approvate norme su ricalcolo vitalizi e sui vaccini

 

Con un dibattito che per alcuni versi si è sviluppato tra buone ragioni e tanta demagogia, la Camera dei Deputati ha approvato la proposta di legge Richetti in materia di trattamento previdenziale dei parlamentari e dei consiglieri regionali, che applica un sistema di tipo contributivo a tutti gli eletti. È bene ricordare che il Parlamento nel corso degli anni è intervenuto più volte per modificare un sistema che aveva profili decisamente non equi. Già ai tempi del Governo Prodi erano state introdotte modifiche che impedivano la maturazione di vitalizi con brevi periodi di permanenza in carica, successivamente si è intervenuti sull’età di maturazione del vitalizio stesso e nel 2012 i vitalizi sono stati aboliti, introducendo il criterio pro-quota, rendendo impossibile a chiunque di poter percepire quanto maturato prima dei 60 anni. Pochi mesi fa si è ulteriormente intervenuti per introdurre un contributo di solidarietà ai vitalizi più alti, già in essere. Il testo Richetti, (nel quale permangono punti sui quali io stessa conservo perplessità. A partire dal ricalcolo, che se fosse esteso ai normali lavoratori potrebbe produrre effetti nefasti) introduce il principio del contributivo, già in essere per noi in carica, anche per il passato.

Clicca qui per scaricare il dossier in materia di modifica dei vitalizi.

La settimana si è conclusa con il voto di fiducia alla Camera sul decreto legge vaccini. Il testo passato al Senato – approvato da maggioranza, Forza Italia e Scelta Civica – rende obbligatori 10 vaccini per i minori fino a 16 anni, di cui 4 ‘a tempo’; altri quattro ‘consigliati’.  Anche su questo tema in alcuni momenti il dibattito è andato abbondantemente sopra le righe, e purtroppo con aggressioni ad alcuni nostri colleghi fuori dalla Camera. Io spero che si possa raccontare la realtà dei fatti e anche per questa ragione consiglio la lettura della dichiarazione di voto della nostra collega Donata Lenzi.

Clicca qui per leggere il Decreto Vaccini.

Be Sociable, Share!

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *