#InAula: ok definitivo alla riforma della giustizia penale e alla Manovra correttiva

 

Una giustizia più vicina ai cittadini che prevede processi penali più rapidi, un nuovo sistema di prescrizione, finalità rieducativa della pena e per le intercettazioni telefoniche un maggiore equilibrio tra diritto alla riservatezza e diritto all’informazione. Sono questi i punti principali della  riforma del processo penale, che è stata approvata in via definitiva. La legge contiene misure efficaci per combattere la corruzione, migliorare la tutela delle vittime e le condizioni nelle carceri. Il provvedimento contiene pene più severe contro chi commette il reato di scambio elettorale politico-mafioso, per il furto in abitazione, lo scippo, la rapina e l’estorsione. Novità importanti riguardano la prescrizione, la disciplina delle indagini e soprattutto le tutele per le persone offese che avranno a disposizione più tempo per opporsi alla richiesta di archiviazione e chiedere la prosecuzione delle indagini.

Per leggere il dossier di approfondimento alla legge clicca qui.

Dopo il sì alla Camera è arrivato ieri anche il via libero definitivo del Senato. E così la manovra correttiva è diventata legge. Il provvedimento, che corregge il deficit italiano per 3,4 miliardi (lo 0,2% del Pil) come chiesto da Bruxelles, contiene 67 articoli che vanno dall’allargamento dello split payment ai tagli ai ministeri, dall’anticipo della sterilizzazione delle clausole Iva e accise alla cosiddetta tassa Airbnb, fino alla web tax transitoria. Il provvedimento mira alla correzione dei conti pubblici, prevede iniziative a favore degli enti territoriali, a partire da ulteriori interventi per le zone colpite dagli eventi sismici (stanziamento di 1 miliardo) e stabilisce alcune misure attese da anni, a partire dalla stabilizzazione di oltre 15mila precari della scuola pubblica. Tra le novità anche la decisione di destinare i ricavi della web tax al Fondo per le politiche sociali.

Clicca qui per leggere il dossier di approfondimento alla manovra.

 

Be Sociable, Share!

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *