San Gimignano, Cenni (Pd): “Bene il Governo su urgenza, ma adesso si istituisca Fondo  per la manutenzione delle fortificazioni medievali”

 Istituire un apposito fondo nazionale a sostegno degli interventi di prevenzione, manutenzione e ripristino di eventuali danni delle fortificazioni medievali riconosciute come patrimonio storico e culturale, con particolare riferimento a quelle ricadenti sui siti Unesco. È questa la richiesta contenuta nell’interpellanza urgente presentata dalla parlamentare senese, Susanna Cenni agli indirizzi dei Ministri dei beni e delle attività culturali e del turismo e dell’economia e delle finanze.

“Oltre a seguire la vicenda fin dalle prime ore dal crollo – ha spiegato Susanna Cenni, parlamentare del Pd alla Camera-  ho presentato un’interpellanza urgente rivolta ai Ministri dei Beni e delle attività culturali, del turismo e dell’economia, che sin dal primo momento è intervenuto mettendo a disposizione risorse per gli interventi urgenti. Nel testo chiediamo di sapere come sta procedendo il cronoprogramma e di conoscere, per quanto riguarda i compiti del Ministero stesso, quali azioni saranno messe in campo per ripristinare la cinta muraria di San Gimignano e per prevenire eventuali crolli nei tanti comuni medievali con emergenze simili al nostro territorio. Ho, infatti, chiesto al Ministro, per quanto di sua competenza e di concerto con il Ministero delle Finanze, di ragionare sulla possibilità di promuovere norme specifiche che permettano alle amministrazioni comunali di poter utilizzare risorse economiche in deroga ai vincoli del pareggio di bilancio e per prevenire e ripristinare eventuali danni arrecati al patrimonio culturale pubblico. Sempre nel testo, infine, ho chiesto al Ministro di valutare la possibilità di istituire un apposito fondo dedicato alla manutenzione e salvaguardia delle fortificazioni medievali riconosciute patrimonio storico e culturale Unesco, come San Gimignano. Un patrimonio che contribuisce a far aumentare, grazie alla sua storia e alla sua bellezza, la cultura, il turismo e quindi anche Pil del nostro Paese”.

 

Be Sociable, Share!

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *