T.U. Codice Strada, Cenni (Pd): “Il nuovo codice della strada venga incontro alle esigenze dei camperisti”

 Introdurre la patente B+ per consentire la guida di veicoli “ricreazionali” di peso superiore a 3,5 tonnellate, incrementare la velocità massima in autostrada, aumentare la disponibilità di aree di sosta per i camperisti, valorizzare l’impiego dei camper come veicolo ordinario per il trasporto di disabili. Sono questi i temi al centro degli emendamenti proposti da Susanna Cenni, deputata dem, al testo di legge ‘Modifiche al codice della strada sul nuovo codice della strada’ che da oggi è in discussione alla Camera. “Il mondo del camper – sottolinea Cenni – è importante per l’economia del nostro Paese, con risvolti sul fronte turistico ricreativo e potenziali importanti anche dal punto di vista sociale”.

 Limite di peso e velocità. “Uno dei problemi dei nostri veicoli ricreazionali – spiega Cenni – è quello di essere sempre al limite delle 3,5 tonnellate. La mia proposta, avanzata insieme alla collega Raffaella Paita – è di far entrare in vigore una patente italiana a codice europeo che consenta di guidare autocaravan fino a 4,25 tonnellate. Chiedo inoltre di poter incrementare la velocità massima in autostrada da 80 a 100 km/h, che, oltre a eliminare un problema di sicurezza stradale legato all’intralcio della fluidità del traffico, faciliterebbe l’uso di rimorchio leggeri per uso turistico e ci metterebbe in linea con quelle che sono le disposizioni dei principali Paesi europei in materia”.

 Aree di sosta e “servizio” sociale. “Sempre in ottica di accoglienza verso chi usa il camper per motivi di piacere chiedo una collaborazione da parte delle amministrazioni comunali e la partecipazione di soggetti privati all’edificazione di spazi di sosta, di rimessaggio e aree verdi. C’è poi una valenza non ricreativa del camper che merita di essere sostenuta. Gli autocaravan, per le loro abitabilità e fruizione, rappresentano infatti un veicolo funzionale per il trasporto ordinario dei disabili. È fondamentale, nella corretta applicazione di politiche fiscali e per la promozione dei princìpi di solidarietà nei confronti delle categorie sociali deboli, introdurre agevolazioni fiscali per i soggetti disabili e per i loro nuclei familiari”.

“Nei mesi scorsi abbiamo visto un grande affollamento in visita presso le aziende valdelsane leader nella produzione camperistica – conclude Cenni – Mi auguro che alle visite elettorali possa far seguito una coerenza nel sostegno alle richieste di questo settore anche in Aula”.

Be Sociable, Share!

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *