Intergruppo donne alla Camera: una delle nostre battaglie

Alla Camera esiste un intergruppo delle donne che sta sostenendo alcune battaglie in modo trasversale. Tra le nostre iniziative la richiesta, tradotta in un emendamento al Decreto Fiscale, adesso all’esame delle commissioni finanze e bilancio, di abbassare al 10% l’IVA su tamponi, assorbenti ed altro materiale igienico di prima necessità. Questa mattina assieme abbiamo rilanciato […]

Continua a leggere

#InAula: Approvate alla Camera le mozioni contro le discriminazioni delle donne con disabilità, Legge ‘Salva Mare’ e Sicurezza cibernetica

Approvata alla Camera la mozione bipartisan contro le discriminazioni nei confronti delle donne con disabilità. Una mozione che garantisce l’impegno del Governo «a tenere sempre in considerazione la discriminazione multipla cui sono soggette le minori e le donne con disabilità e la gravità delle conseguenze che essa comporta per le loro vite». Il Governo dovrà quindi intervenire […]

Continua a leggere

Cenni (Pd): “Poniamo le basi per un’agricoltura più rosa e più giusta”

“L’approvazione unanime della risoluzione che impegna il governo ad attivare azioni di pari opportunità per sostenere le imprenditrici e le lavoratrici agricolo è una bella notizia”. Questo il commento ‘a caldo’ di Susanna Cenni, vicepresidente della Commissione Agricoltura della Camera. “Dopo la presentazione di più risoluzioni da parte dei gruppi parlamentari – sottolinea Cenni – […]

Continua a leggere

#Donne&Agricoltura. Sostenere l’imprenditoria e il lavoro femminile in agricoltura

Il Governo dell’assenza. Potremmo definirlo così l’esecutivo giallo verde. Su alcuni temi in particolare la compagine grillino leghista si contraddistingue per una pressoché totale impalpabilità. Uno di questi è quello che riguarda il sostegno alle imprese e al lavoro femminile in agricoltura. Nei giorni scorsi ho presentato una risoluzione in Commissione agricoltura in cui chiedo […]

Continua a leggere

#CodiceRosso. Una grande occasione mancata.

Era una grande occasione, ma il governo l’ha buttata via malamente. Sto parlando del “codice rosso”, cioè l’obbligo per il pubblico ministero di sentire entro 3 giorni le vittime di presunti maltrattamenti in famiglia, violenze sessuali, atti persecutori e reati collegati. Un testo approvato dopo aver respinto tutti i 90 emendamenti proposti per rafforzare la […]

Continua a leggere