susanna cenni

Martedì scorso, presso la Sala stampa della Camera dei Deputati, ho partecipato a un’importante mobilitazione per denunciare un grave furto alle donne italiane, che rischia di passare inosservato. Il Governo, con l’aumento dell’età pensionabile delle donne nel pubblico impiego, al quale ci eravamo opposti, si era impegnato ad utilizzare i risparmi che ne derivano – 4 miliardi circa in dieci anni – per interventi dedicati a favorire l’inclusione delle donne nel mercato del lavoro, per la conciliazione fra tempi di vita e tempi di lavoro e per il fondo non autosufficienza.

Dopo mesi di disinformazione e incertezza è stato presentato, pochi giorni fa, dai ministri Romani e Prestigiacomo il decreto interministeriale che disciplina il nuovo regime di programmazione degli incentivi per il settore fotovoltaico. Il provvedimento prevede una razionalizzazione del sistema degli incentivi e dà un duro colpo al settore delle energie rinnovabili.

Sul prossimo numero della rivista Verde Ambiente sarà ospitato un mio intervento sul tema dell’etichettatura e della qualità dei prodotti alimentari. Argomenti che considero cruciali per la competitività delle nostre produzioni agricole e per la tutela dei prodotti tipici e tradizionali a vantaggio dei consumatori che, in questo modo, avranno a disposizione un quadro informativo più completo sulle qualità e caratteristiche di quello che mangiano.