#TerrediSiena: Nuovi fascisti. Siena democratica e civile non si ferma

I recenti fatti di cronaca legati all’inchiesta relativa a presunti appartenenti all’estremismo della destra senese che ha portato nelle scorse settimane al fermo di alcune persone, agli arresti e al sequestro di armi ed esplosivi, ci dimostrano che nessun territorio è immune dal vento violento di destra che spira in Europa. Siamo terra democratica e antifascista, con istituzioni forti e forze dell’ordine capaci di presidiare. Importante è stato il ruolo degli inquirenti e delle forze dell’ordine. Pronta la reazione civile. Domenica scorsa con la marcia per la pace contro tutti i fascismi, partita dalla Moschea di Colle che ha raggiunto Piazza Arnolfo; mercoledì scorso il presidio antifascista delle istituzioni e delle forze democratiche in Piazza Duomo a Siena. E poi la visita del viceministro dell’interno, Matteo Mauri, alla Moschea di Colle.

Clicca qui per leggere la mia lettera di adesione all’appello rivolto da Silvio Franceschelli per il presidio antifascista di Siena.

Clicca qui per leggere il comunicato stampa congiunto con il viceministro Matteo Mauri che ha fatto visita alla Moschea di Colle di Val d’Elsa.

Be Sociable, Share!

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *