Al via la campagna di tesseramento del Partito democratico di Siena

“Il mio partito ha i miei stessi valori, le mie radici e la mia voglia di cambiare l’Italia. Io sono del Partito democratico”. È questa forte dichiarazione di appartenenza ad accompagnare la campagna di tesseramento 2010 del Partito democratico senese, che si apre in questi giorni con una mobilitazione prevista per il prossimo week-end. Da venerdì 29 a domenica 31 gennaio tutti i circoli del Pd provinciale saranno aperti per consentire a coloro che lo desiderano di ritirare la propria tessera. La tre giorni sarà arricchita anche dal lancio della campagna di comunicazione del Pd dedicata ai temi principali dell’azione democratica, dalla lotta al lavoro precario, al sostegno alle famiglie, fino all’impegno per una scuola pubblica di qualità.

Per me l’iscrizione ad un partito è un atto importante: un atto individuale, di condivisione, di sostegno, di appoggio. È l’atto con il quale si decide di far parte di un collettivo, di un luogo di riflessione e di azione politica. Essere parte, scegliere, concorrere, partecipare. È un’opportunità per dire la tua, per essere ascoltato. Il Partito Democratico sarà quello che tutti noi, assieme, saremo in grado di costruire.
Per questo ha senso esserci.

•    La campagna di tesseramento sul nuovo sito del Pd

Be Sociable, Share!

    2 commenti


    1. Io sono ogoglioso di essre uno dei PD e cerco di trasferire anche ad altri questo mio orgoglio.
      Ci sono cose che non vanno (ma questo dove non è?). Purtroppo anche per quello che è successo in Puglia o al Sindaco di Bologna oppure nel Lazio noi stessi si mette maggiormente in evidenza le nostre negatività (o problemi) evidenziando poco quello che succede dall’altra parte che è molto più grave. Ci manca ancora tanto a livello di comunicazione ma crediamoci. Gli Italiani non sono tutti stupidi alla fine speriamo che la maggioranza capisca in quale situazione ci siamo cacciati.

      Rispondi

    2. VORREI CHE LE DIATRIBE TIPO CAMPANIA E PRECEDENTI NON CI FOSSERO. CREDO CHE L’INDIRIZZO DI BASE DOVREBBE ESSERE PIU’ COORDINATO DAL CENTRO (NON VOGLIO DIRE RITORNARE AL CENTRALISMO MA EVITARE TUTTO QUESTO CICALECCIO)
      IL PRINCIPIO FONDAMENTALE DOVREBBE ESSERE IL RISPETTO DELLA LEGALITA IN PRIMO LUOGO E DEI PRINCIPI STATUTARI CHE CI SIAMO DATI (QUI C’E’ SENZ’ALTRO DA RIVEDERE QUALCOSA MA FINCHE’ NON SI CAMBIA SI DEBBONO RISPETTARE LE REGOLE VIGENTI)
      IO VOGLIO CREDERE CHE DE LUCA SIA INNOCENTE PER LE ACCUSE CHE GLI VENGONO CONTESTATE DALLA MAGISTRATURA, POSSO CONCEDERE CHE RIMANGA A FARE IL SINDACO DI SALERNO FINO ALLA PRONUNCIA DI PRIMO GRADO E SE ASSOLTO CONTINUI A SVOLGERE LE SUE MANSIONI PUBBLICHE, MA C’ERA PROPRIO BISOGNO DI CANDIDARLO ALLA PRESIDENZA DELLA REGIONE??? NON MI SI DICA CHE FINO A CHE NON C’E’ CONDANNA DEFINITIVA SI PRESUME L’INNOCENZA, PERCHE’ SE CIO’ E’ VERO E SACROSANTO PER TUTTI I CITTADINI, IO RITENGO CHE NON SIA GIUSTIFICAZIONE SUFFICIENTE PER CHI SVOLGE ATTIVITA’ POLITICA. BISOGNA CHE IL PERSONALE POLITICO DELLA NOSTRA PARTE NON SIA ATTACCABILE DA NESSUNO SOTTO QUESTO ASPETTO. CAPISCO CHE E’ CHIEDERE MOLTO MA QUESTA E’ UNA ESIGENZA FONDAMENTALE PER CHI VOTA A SINISTRA E NON ACCETTA IL DEGRADO MORALE CHE ORMAI DALLA CLASSE POLITICA
      DOMINANTE SI E’ ESTESO COME UN CANCRO ANCHE ALLA SOCIETA’ CIVILE, CHE, MI PARE, NONOSTANTE ALCUNE MERITEVOLI INIZIATIVE REAGISCE SEMPRE PIU’ DEBOLMENTE ALLE ANGHERIE DI UNA MAGGIORANZA POLITICA PREPOTENTE E SICURA DI AVERE DALLA SUA LA MAGGIORANZA DEL “POPOLO”
      SE NELLA SINISTRA NON ABBIAMO UN SUSSULTO DI ORGOGLIO DA SOSTENERE CON COERENZA E DECISIONE RECUPERANDO QUEI VALORI ETICI CHE COMUNQUE SI SOSTIENE SIANO IL NOSTRO PATRIMONIO, NON RIUSCIREMO MAI A SCONFIGGERE QUESTA MAGGIORANZA POPULISTA, XENOFOBA E DISTRUTTIVA DI TUTTI I PRINCIPI FONDAMENTALI DELLA NOSTRA REPUBBLICA.
      VORREI A QUESTO PROPOSITO CHE FOSSE AFFRONTATOIN MODO MOLTO PIU’ DECISO IL CONTRASTO ALLA LEGA COMBATTENDOLA SOPRATTUTTO NEI TERRITORI DOVE E’ MAGGIORITARIA, DENUNCIANDO CONTINUAMENTE LE DECISIONI DEGLI AMMINISTRATORI LOCALI IN CONTRASTO CON I PRINCIPI COSTITUZIONALI E FACENDO MOLTA ATTENZIONE ALLE IRREGOLARITA’ AMMINISTRATIVE E AGLI ABUSI CHE SENZ’ALTRO TALI AMMINISTRATORI COMMETTERANNO
      COMBATTERE LA LEGA E’ COMBATTERE ANCHE BERLUSCONI CHE SENZA LA LEGA NON SAREBBE AL GOOVERNO
      SCUSA LO SFOGO
      ALESSANDRO MATTIOLI ISCRITTO PD

      Rispondi

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *